20 Gennaio 2017 at 12:40

LA SCOMPARSA DI SERGIO REOLON: CORDOGLIO E COMMOZIONE DA TUTTA LA REGIONE

Sergio Reolon a Radio Club 103

Sergio Reolon a Radio Club 103

Ha combattuto anche l’ultima battaglia della sua vita con la stessa determinazione che lo ha contraddistinto nella sua vita politica. Ma questa mattina Sergio Reolon, 65 anni, ex presidente della provincia di Belluno e Consigliere regionale, non ce l’ha fatta contro una malattia contro cui lottava da tempo.
Ed è toccante l’annuncio apparso sul profilo facebook del politco bellunese:
“Il grande guerriero ha deposto le armi. Vola, vola alto amore mio,
sopra le cime delle Dolomiti, sopra questa terra che hai tanto amato e che hai difeso fino alla fine delle tue forze.
Manuela.”
Decine le attestazioni di cordoglio da tutto il mondo politico veneto ad iniziare dal Presidente Zaia: “Se n’è andato un collega battagliero, dalla forte personalità, che amava la sua terra bellunese alla quale ha dedicato tanta passione, competenza ed energie, fino alla fine della sua troppo breve vita”.
“Sapevo della sua malattia, ma non che le sue condizioni fossero a tal punto peggiorate – dice il presidente –. Le nostre esperienze amministrative e politiche si sono a lungo incrociate: l’ho conosciuto quand’era consigliere provinciale, siamo stati contemporaneamente presidenti lui della Provincia di Belluno io di quella di Treviso e ci siamo poi incontrati nuovamente in Regione”.
“Sergio è stato un uomo politico e un amministratore pubblico che ha interpretato fino in fondo il suo ruolo – prosegue Zaia –, senza fare sconti a nessuno, ma leale nel comportamento e nel confronto. La sua è stata una delle voci più autorevoli, convinte e combattive che si sia alzata a difesa della montagna e conquiste importanti, quali la specificità di Belluno nello statuto regionale, portano anche la sua firma”.
“Esprimo un sentimento di vicinanza alla sua famiglia e alle persone a lui care – conclude Zaia – e il cordoglio mio e della Giunta regionale al Partito Democratico bellunese e veneto”.
Così Matteo Toscani,già vice presidente del Consiglio regionale : “La notizia della scomparsa di Sergio Reolon mi rattrista. Siamo sempre stati su fronti politicamente diversi ma a Venezia ho condiviso con lui molte battaglie a favore del nostro territorio. Di Sergio ho sempre apprezzato l’intelligenza, la preparazione e la determinazione.
L’ho incontrato l’ultima volta a Pieve di Cadore, in occasione della presentazione del suo libro: era molto provato fisicamente, ma ancora capace di una lettura profonda, ineccepibile e senz’altro non comune della politica e dei fatti della nostra provincia.
Ai suoi cari vanno le mie più sentite condoglianze”
Oscar De Bona, a cui Reolon era succeduto alla guida della Provincia, affida il ricordo ai social: “Ciao Sergio,
Ho capito ieri mattina che qualcosa non andava…non mi rispondevi più ai miei messaggi … purtroppo te ne stavi andando…ora R.I.P….ricordati che rimarrai per sempre nei miei e nei nostri pensieri, questa terra ti deve molto e io pure, mi hai dato 12 anni di piena collaborazione, con la tua tenacia e preparazione abbiamo affrontato i maggiori problemi di questa nostra amata terra Bellunese. Ci rimane come prova del tuo grande impegno e della tua sensibilità l’ultimo libro. Sei stato coraggioso,leale e hai saputo lottare anche nei momenti più difficili e avversi. Ho un unico rammarico , che non hai visto fiorire ciò che con fatica avevamo insieme seminato. Sarai sempre nei miei ricordi.”
Infine il ricordo di Sergio Reolon dell’assessore Regionale Gianpaolo Bottacin ai nostri microfoni – Audio

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*