4 Febbraio 2021 at 18:11

ANCHE I RADIOAMATORI PER I MONDIALI DI CORTINA.

Tutto è pronto per l’inaugurazione della competizione mondiale di sci che vedrà Cortina capitale di
questa disciplina sportiva invernale dal 7 al 21 febbraio prossimi. Competizioni, purtroppo, a porte
chiuse data la perdurante emergenza Covid-19. Per allacciare un contatto almeno virtuale con
tutto il mondo scendono in campo anche i radioamatori, i cultori della passione per la radio e per i
contatti che con essa possono essere fatti in tutto il mondo, sfruttando l’affascinante
propagazione delle onde corte.
Spiega il neo eletto presidente della sezione ARI “Cadore” (Associazione Radioamatori Italiani),
l’auronzano Tiziano Macchietto Della Rossa: “L’idea di attivare una serie di stazioni radio in
occasione dell’evento Cortina 2021 per collegare quanti più radioamatori possibili e far conoscere,
nei giorni della competizione, l’evento alla comunità mondiale di appassionati radio, è nata in seno
al precedente Direttivo di sezione che è stato rinnovato lo scorso mese di dicembre. Appena eletti
(il direttivo è composto da 5 soci) abbiamo raccolto volentieri l’idea e l’abbiamo proposta ai soci
della nostra sezione che si sono manifestati disponibili. Abbiamo inoltre ricevuto la proposta di
collaborazione della vicina sezione ARI “Brunico”, assieme alla quale abbiamo organizzato la
presenza degli operatori durante i giorni delle competizioni”.
Nell’era di internet sembra forse strano praticare questo tipo di hobby ma, attorno alla radio,
confluiscono molti temi che da sempre attirano appassionati di elettronica, di comunicazioni e
anche di autocostruzione. Sì perché, quasi in antitesi ai sofisticati smartphone, è ancora possibile
costruire da sé uno strumento di comunicazione – la radio – con quale collegare altri appassionati,
affiancando il piacere del contatto umano con la soddisfazione tecnica dell’autocostruzione di ciò
che lo rende possibile.
“Apparentemente potrebbe essere solo una attività per addetti ai lavori” continua il presidente
Macchietto Della Rossa, “in realtà in pochi giorni di collegamenti si raggiungono svariate migliaia di
contatti con persone di tutto il mondo, l’occasione è propizia anche per fare conoscere i nostri
luoghi e, chissà, magari invogliare qualcuno a visitarli”.

One Comment

  1. Sono felice che in un momento così difficile ci siano attività che manifestino la creatività dell’essere.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*