3 Ottobre 2020 at 17:19

MALTEMPO: AGGIORNAMENTO DA REGIONE E PROVINCIA.

SS 51 a Valle di Cadore

Fenomeni in attenuazione. Interventi per caduta piante che a Valle di Cadore hanno provocato l’interruzione temporanea della viabilità.

Aggiornamento dalla Regione Veneto
La situazione del maltempo in Veneto è in miglioramento, ma in alcuni bacini
idrografici l’attenzione rimane alta.
Alla luce delle previsioni meteo per le prossime ore, il Centro Funzionale Decentrato
della Protezione Civile della Regione ha emesso un avviso di criticità, valevole fino
alle ore 14.00 di domani, domenica 4 ottobre.
Lo Stato di Attenzione (allerta gialla) è dichiarato sui bacini Alto Piave, Alto Brenta-
Bacchiglione-Alpone, Adige-Garda e Monti Lessini.
Lo Stato di Preallarme (allerta arancione, ieri era rossa) è dichiarato sul bacino Piave
Pedemontano (province di Belluno e Treviso).
Il meteo indica, nel pomeriggio-sera di oggi, residue precipitazioni con rovesci e locali
temporali in diradamento a partire da ovest. Venti inizialmente forti in quota da sud e
moderati/tesi sulla costa, in successiva rotazione da ovest o sud-ovest e moderata
attenuazione. Tra il pomeriggio/sera di domenica e fino al mattino di lunedì, moderato
episodio perturbato con nuove precipitazioni di entità in genere contenuta.

Aggiornamento dalla Provincia di Belluno
«Il quadro meteorologico fornito dall’Arpav e dalla Protezione Civile regionale è in netto miglioramento. L’allerta è stata declassata da rossa ad arancione e dopo le 20 passerà a gialla. Per fortuna, non è successo niente». È quanto afferma il consigliere provinciale delegato alla Protezione Civile, Massimo Bortoluzzi, al termine della riunione delle 14 in Prefettura. Riunione che ha deciso di non aprire il Ccs e mantenere la reperibilità dei soggetti al tavolo solo per eventuali cambiamenti meteo e conseguenti emergenze.
«L’allarme è rientrato – spiega il consigliere Bortoluzzi -. Il quadro portato ieri al tavolo dal Centro funzionale decentrato della Protezione Civile ha imposto a Prefettura e sindaci di adottare le misure necessarie a far fronte a un allarme rosso. Da qui, la chiusura delle scuole e l’annullamento degli eventi. Fortunatamente, l’evoluzione delle condizioni meteo è stata di gran lunga inferiore a quanto previsto inizialmente. Non si sono verificati danni, se non qualche pianta caduta in strada».
«Ringrazio tutti i volontari che si sono attivati durante queste ore di allerta» continua il consigliere Bortoluzzi. E al ringraziamento si unisce anche il presidente della Provincia, Roberto Padrin: «La nostra Protezione Civile è sempre pronta quando viene chiamata in causa. Un grazie particolare ai volontari dell’Ana Feltre, che si sono adoperati per il taglio di alcune piante pericolanti davanti all’istituto Colotti».

Comments are closed.